Alleanza agricola Africa-Ue, al via la consultazione pubblica

La Commissione europea mira a coinvolgere gli stakeholder sul partenariato tra i due continenti in vista della conferenza ministeriale di Roma che si terrà a Roma a giugno

La Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica sull'agenda agroalimentare e rurale per la nuova alleanza Africa-Europa per l'occupazione e gli investimenti sostenibili, presentata nel marzo 2019 dalla Task Force per l'Africa rurale.

La consultazione mira a consultare agricoltori e organizzazioni interessate e si concentra sulle raccomandazioni proposte da questo gruppo di esperti indipendenti africani ed europei per rafforzare il partenariato Africa-Europa nei settori del cibo e dell'agricoltura. Tra l'altro, la Task Force ha consigliato all'Africa e all'Ue di sviluppare un partenariato su tre livelli: interpersonale, interaziendale e intergovernativo. Un dialogo multi-stakeholder dovrebbe quindi essere istituito a tutti i livelli, inizialmente locale, e riunire società, settori economici e governi in Africa e in Europa.

La consultazione è aperta fino al 31 maggio e i suoi risultati saranno presi in considerazione nel corso della terza conferenza ministeriale Unione africana-Ue sull'agricoltura, che si terrà a Roma il 21 giugno 2019. Questa sarà la prima opportunità politica per l'Ue e l'Ua di discutere le raccomandazioni sostenute dalla Task Force e concordare le prossime misure da adottare per il settore agroalimentare e rurale all'interno dell'Alleanza Africa-Europa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non solo Xylella, ecco i 20 "killer delle piante" più pericolosi d'Europa

  • Guerra commerciale delle patatine fritte, l’Ue fa causa alla Colombia

  • Cimice asiatica, la Commissione Ue pronta a misure straordinarie per i produttori italiani

  • Pranzi a lavoro, attenzione per equilibrio nutrizionale è priorità per un europeo su due

  • Pasta alimento sempre più globale, in dieci anni raddoppiato il consumo mondiale

  • Il 'semaforo alimentare' arriva anche in Germania: "Made in Italy a rischio"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento