menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Con la nuova Pac più fondi per i piccoli e medi agricoltori"

Lo dichiara il commissario Ue Hogan. Che prevede nei prossimi dieci anni 1 milione di nuovi posti di lavoro nella bioeconomia

Grazie alla nuova Pac, che dovrebbe partire dopo il 2020, ci saranno più risorse europee per i piccoli e medi agricoltori. E la strategia Ue sulla bioeconomia potrebbe portare, nell'arco di un decennio, 1 milioni di nuovi posti di lavoro. E' quanto ha dichiarato il commissario europeo per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale, Phil Hogan, nel corso della riunione informale dei ministri dell'Agricoltura dell'Ue a Bucarest.

Il commissario ribalta le critiche mosse alla Commissione e agli Stati membri da diversi settori dell'agricoltura, che hanno lamentato una diminuzione dei fondi complessivi per la prossima Pac: se i tagli saranno confermati, ci sarà comunque una revisione della spesa che dovrebbe favorire le pmi del settore. "Vi è un'intensa discussione in seno al Consiglio Agricoltura sul bilancio della Pac e questo sarà deciso entro la fine dell'anno a livello di Parlamento europeo. La Commissione europea ha sottolineato l'importanza di avere più denaro per i piccoli e medi agricoltori. Questa è la nostra proposta", ha dichiarato Hogan.

Alla domanda su quanti posti di lavoro verranno creati attuando la strategia, Hogan ha risposto: "Vogliamo creare circa un milione di nuovi posti di lavoro nei Paesi dell'Ue nei prossimi 10-12 anni e individueremo misure concrete in sede di Consiglio per garantire che l'intero ambiente rurale benefici degli investimenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento