Agroalimentare, crescono i fondi Ue per la promozione dei prodotti all'estero

Saranno 191 i milioni di euro messi a disposizione da Bruxelles per promuovere le eccellenze europee al di fuori dell'Unione

Crescono i fondi Ue per i programmi di promozione dei prodotti agroalimentari europei al di fuori dell'Unione. La Commissione ha annunciato per il 2019 un finanziamento da 191,6 milioni di euro, 12,5 milioni in più rispetto al 2018.

Circa 89 milioni di euro saranno assegnati a campagne in Paesi ad alta crescita come Canada, Cina, Colombia, Giappone, Corea, Messico e Stati Uniti. Parte dei fondi saranno destinati alla promozione di prodotti Dop, Igp e bio (circa 35 milioni in totale tra le diverse tipologie di programmi ammessi a finanziamento), per aumentare i consumi di frutta e verdura nel mercato interno (8 milioni) e le esportazioni di carne verso i Paesi terzi (5 milioni).

Ci sono anche finanziamenti per la promozione di prodotti specifici come il riso e le olive da tavola (2,5 milioni ciascuno). Si tratta di prodotti, sottolinea la Commissione nel regolamento, che avranno aiuti mirati perché i risicoltori europei (e in particolare italiani, dato che oltre metà della produzione continentale avviene in Italia) soffrono il boom di importazioni dai Paesi meno avanzati e gli olivicoltori (principalmente gli spagnoli) subiscono le restrizioni commerciali applicate dagli Stati Uniti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bruxelles vuole comprare terreni agricoli nel resto del Belgio per sfamare i suoi cittadini

  • Per i vegani le probabilità di fratturarsi le ossa sono più alte del 40 per cento

  • I prodotti integrali riducono fino a un quarto il rischio di mortalità

  • “Un anno dopo l’incidente dove morirono migliaia di pecore la Romania continua a violare le regole Ue”

  • Corte Ue sancisce la "libera circolazione" del cannabidiolo

  • "Le offerte sottocosto in tempo di Covid stanno facendo chiudere le aziende agricole"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento