Tagli ai fondi Ue per l'agricoltura, Salvini: "Adesso saremo noi a controllare il bilancio di Bruxelles"

Il vicepremier: "Se ci saranno tagli di quasi 3 miliardi agli agricoltori italiani, noi non voteremo e non lo sosterremo mai"

Dopo l'ok di Bruxelles alla manovra, il governo è pronto a tornare al braccio di ferro con l'Ue. Stavolta a parti invertire: "Adesso sarà l'Italia a controllare i bilanci europei da gennaio in poi perché il bilancio dei prossimi 7 anni dell'Unione europea prevede, ad esempio, tagli di quasi 3 miliardi agli agricoltori italiani e noi non voteremo e non lo sosterremo mai". A dirlo è il vicepremier Matteo Salvini, in merito ai negoziati in corso in Europa per il prossimo bilancio pluriennale, quello che coprirà il periodo 2021-2027.

"Se spendono 15 miliardi per gli stipendi dei burocrati europei e ne danno altri 7 alla Turchia - dice Salvini - e tagliano i soldi agli agricoltori, ai pescatori e agli operai italiani, noi non voteremo mai un bilancio del genere", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli olandesi non fanno sconti sulla Brexit, ai britannici in ingresso sequestrati anche i panini

  • Via libera Ue al consumo di vermi della farina, è il primo insetto approvato

  • Combattere l'obesità con il wireless. Una segnale speciale riduce l'appetito

  • Bufera sulla sottosegretaria alla Pesca britannica: "Non ho letto l'accordo Brexit, facevo il presepe"

  • Non si ferma l'invasione delle locuste, in Africa adesso a rischio ben sette Paesi

  • Al via il progetto di 'rigenerazione sostenibile' delle zone della Puglia colpite dalla Xylella

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento