Campi infestati, un danno all'economia mondiale da 220 miliardi all'anno

La stima dei danni in un report della Fao in vista della riunione annuale della Commissione per le misure fitosanitarie. Obiettivo: fermare la diffusione di parassiti e batteri come la Xylella

Un ulivo malato o a rischio xylella perché molto vicini al focolaio individuato ad Oria (Brindisi), 8 Aprile 2015. ANSA/ ROBERTA GRASSI ROBERTA GRASSI/

In Italia è da tempo sotto i riflettori la moria di ulivi causata dalla Xylella. Ma le infestazioni devastano l'agricoltura in tutto il mondo, causando ogni anno una perdita di prodotti vegetali che va dal 20% al 40% della produzione, per un danno all'economia globale di circa 220 miliardi di dollari. E' la stima del peso della fitopatie sull'economia del Pianeta fornita dalla Fao, l'organizzazione delle Nazioni unite per l'alimentazione e l'agricoltura.

Il report è stato pubblicato in occasione della riunione annuale dell'Ippc, la commissione per le misure fitosanitarie, nel corso del quale, scrive l'Ansa, "si adotteranno nuovi standard internazionali volti a impedire il diffondersi di parassiti, inclusi protocolli per bloccare infestazioni devastanti come quella della Xylella fastidiosa e della mosca orientale della frutta".

L'Ippc è l'unico organo internazionale deputato a stabilire e implementare standard fitosanitari per proteggere le piante da infestazioni e malattie, e a garantire la sicurezza del commercio di vegetali. In questa sessione, come annuncia la Fao in una nota, verrà adottato un nuovo standard per fornire indicazioni sulle tecniche di fumigazione per il controllo di infestazioni, in modo da rispondere alle crescenti preoccupazioni riguardanti pratiche di fumigazione che possono risultare dannose per la salute umana e per l'ambiente.

Sarà inoltre fatta una diagnostica dei protocolli su procedure e metodi per la diagnosi di sei parassiti, inclusa la Xylella fastidiosa che ha colpito, tra gli altri, la Puglia, e la mosca orientale della frutta (Bactrocera dorsalis) che ha colpito coltivazioni di avocado, banane, guaiava e mango in almeno 65 Paesi in Africa sub-sahariana e in Oceania. Ai lavori parteciperanno inoltre gli attori principali del settore della regolamentazione e dell'industria del trasporto marittimo con container, per discutere modi per ridurre i rischi presentati dalle infestazioni durante il loro trasporto via container.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Italia il cibo costa più che in Germania e Regno Unito

  • Xylella, un fungo potrebbe aiutare a sconfiggere il killer degli ulivi

  • La passione dei turisti per la cucina italiana, un quarto della loro spesa è nei ristoranti

  • Nell'Ue, 3 prodotti alimentari su 10 cambiano ingrediente a seconda del Paese

  • "Ogni settimana mangiamo la plastica di una carta di credito", lo studio shock del Wwf

  • Peste suina, la Sardegna all'Ue: "Basta restrizioni sui nostri maiali"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento