Il Grana padano "va" a Gpl: firmata intesa con Liquigas

L'obiettivo è alimentare a gas le aziende del Consorzio e "sostituire combustibili fossili inquinanti e meno efficienti attualmente in uso". Come già fatto a Mantova

Dal gas al formaggio grattuggiato sulle nostre tavole. Il Consorzio per la tutela del Grana padano ha siglato una convenzione con Liquigas per la creazione di impianti Gpl e Gnl per l'alimentazione delle aziende produttrici del tradizionale formaggio italiano. 

L’accordo prevede la consulenza energetico-ambientale di Liquigas a favore delle 151 aziende aderenti al Consorzio, "con l’obiettivo di promuovere l’utilizzo di Gpl e Gnl, fonti pulite che favoriscono la sostenibilità industriale, ambientale ed economica dell’intera filiera", si legge in una nota.

“Siamo felici di contribuire a migliorare l’impatto ambientale di realtà del made in Italy che pongono grande attenzione al territorio e che puntano sulla sostenibilità come driver di mercato - ha commentato Massimiliano Naso di Liquigas - La convenzione stipulata con Consorzio Grana Padano dimostra come Gpl e Gnl possano concretamente contribuire a una migliore gestione dei processi produttivi del settore caseario, assicurando oltre ad un minore impatto ambientale l’impiego di impianti più moderni e sicuri”.

“Il Consorzio Tutela Grana Padano nasce dal desiderio di salvaguardare l’esperienza e la competenza tramandata da generazioni e dall’intenzione di voler valorizzare questo ricco patrimonio  -ha dichiarato dichiara Stefano Berni, direttore generale del Consorzio - A questo scopo, nel corso degli anni il Consorzio ha originato attività, studi e ricerche per valutare l’impatto ambientale dell’intera filiera produttiva. La Convenzione stipulata con Liquigas è un ulteriore passo verso la riduzione di questo impatto ambientale guidato da una concreta attività delle nostre imprese". 

Nell’ambito della convenzione, si legge sempre nella nota, "le 151 aziende parte del Consorzio Grana Padano avranno la possibilità di richiedere a Liquigas un’analisi energetico-ambientale che, partendo dal fabbisogno dei processi produttivi, permetta di individuare le azioni, gli interventi impiantistici e le procedure necessarie a sostituire combustibili fossili inquinanti e meno efficienti attualmente in uso con soluzioni a base di Gnl e Gpl". Soluzioni che già sono state attuate nel settore agricolo, come quella per la Latteria Sociale Mantova. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Coldiretti lancia l'Sos presepe: dalle stalle spariti 2 milioni di animali

  • Pesticidi, Parlamento Ue: "Pac ne incentivi la riduzione"

  • Semaforo rosso al nutri-score francese, arriva la ‘batteria’ in etichetta che piace al made in Italy

  • Bilancio Ue, dagli Stati tagli alla Pac per 75 miliardi

  • Aceto, Corte Ue: “Si può chiamare ‘balsamico’ anche quello tedesco”

  • Riutilizzo delle acque di scarico per l’irrigazione, arriva il via libera da Bruxelles

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento