La pesca con reti a impulsi elettrici sarà vietata in Europa dal 2021

Il Consiglio Ue ha approvato il nuovo regolamento sulle misure tecniche del settore che riguardano anche il prelievo e lo sbarco delle risorse

Il Consiglio Ue ha dato il via libera finale al regolamento sulle misure tecniche per la Pesca e di conservazione degli ecosistemi marini, su cui le istituzioni europee avevano raggiunto un accordo lo scorso febbraio. Il provvedimento include anche il divieto totale in Europa per la Pesca a impulsi elettrici a partire dal primo luglio 2021. Gli Stati membri hanno la possibilità di vietare o limitare immediatamente questo tipo di pesca nelle loro acque costiere, ma è comunque previsto un periodo di transizione per consentire al settore di adeguarsi. Anche altri metodi di pesca che prevedono l'uso di esplosivi, veleno, narcotici, corrente elettrica, martelli pneumatici o altri attrezzi a percussione che rischiano di danneggiare ogni tipo di corallo saranno vietati.

Ridurre l'impatto ambientale

L'obiettivo del regolamento è ridurre l'impatto ambientale delle attività di pesca, con regole più semplici e un maggiore coinvolgimento dei pescatori e delle comunità costiere. Le misure adottate riguardano questioni quali il prelievo e lo sbarco delle risorse della pesca, gli attrezzi da pesca e le dimensioni di maglia, le zone di divieto e le stagioni di chiusura. Le nuove norme, che riguardano sostanzialmente la pesca commerciale aumenteranno la selettività degli attrezzi da pesca.

Salvaguardare le specie sensibili

Introdurranno inoltre indicatori quantitativi per contribuire a ridurre le catture indesiderate di specie marine inferiori alle taglie minime di riferimento per la conservazione e le catture accessorie di specie marine sensibili non sfruttate a fini commerciali, compresi mammiferi quali balene, delfini e focene, uccelli e rettili marini. Sarà poi vietata la pesca di specie rare, come determinate specie di squali e razze. Il regolamento introduce inoltre un divieto totale di pesca con reti da traino con impiego di impulso elettrico a partire dal 1° luglio 2021.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La pasta stufa gli inglesi: “Crollo dei ristoranti italiani nel Regno Unito”

  • La Lega nomina il nuovo direttore dell'Agea. E il M5s si infuria

  • "Dall'enogastronomia benefici per il territorio ancora poco sfruttati"

  • Ritorno dalla ferie: il vademecum per evitare rischi in frigo

  • "Un piano per l'agroindustria italiana per creare 100mila posti di lavoro"

  • Ferragosto, un successo per gli agriturismi italiani “+7% rispetto al 2018”

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento