Fao: misure contro coronavirus rischiano di far aumentare la fame nel mondo

L'organizzazione dell'Onu: “ La cosa peggiore che possa accadere è che i governi varino restrizioni sui flussi dei beni alimentari”

La chiusura dei confini, il blocco delle esportazione e altre misure rigide utilizzate per combattere la pandemia di coronavirus nel mondo, serviranno forse a rallentare la diffusione del contagio, ma potrebbero avere anche delle conseguenze molto gravi.

L'allarme Fao

A lanciare l'allarme l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura , la Fao, secondo cui si rischia di provocare un deficit alimentare a livello globale. I raccolti sono stati buoni e le previsioni sulle colture di base sono promettenti, ma una carenza di mano d'opera nei campi provocata dalla crisi del Covid-19 e misure protezionistiche, come tariffe e divieti all'esportazione, fanno temere che nelle prossime settimane potrebbero presentarsi problemi, ha spiegato al Guardian il capo economista della Fao, Maximo Torero. "La cosa peggiore che possa accadere è che i governi varino restrizioni sui flussi dei beni alimentari", ha ammonito Torero, "tutte le misure contro il libero scambio saranno controproducenti". "Non è questo il tempo per restrizioni o per mettere in piedi barriere commerciali", ha continuato, "è invece tempo di proteggere le forniture alimentari nel mondo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Servono farina, riso e grano

I timori per ora si concentrano su Paesi come il Kazakistan - uno dei maggiori produttori di farina di grano di cui ha vietato l'export secondo quanto riferisce Bloomberg - il Vietnam - terzo esportatore di riso al mondo, che ha temporaneamente sospeso i contratti di esportazione - e la Russia, maggiore esportatore al mondo di grano, che potrebbe minacciare un blocco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoperto nei maiali in Cina nuovo virus “con potenziale pandemico per l’uomo”

  • I britannici temono l'arrivo di pollo al cloro e carne agli ormoni dagli Usa dopo la Brexit

  • “Mangiate meno formaggio”, la 'rivoluzione' francese per il bene del clima

  • La Malesia denuncia l'Ue al Wto: “Lo stop all’olio di palma danneggia la nostra economia”

  • Le condizioni di lavoro nei macelli li rendono possibili focolai di coronavirus

  • La pandemia ha causato un crack da 2 miliardi all'industria dell'olio Made in Italy

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento