Nel 2018 raddoppiate le segnalazioni di frodi agroalimentari rispetto al 2017

Il Report annuale dell'ispettorato del ministero parla di oltre 54 mila controlli effettuati, alcuni anche fuori dai confini nazionali

Aumentano i controlli e con essi le segnalazioni di possibili frodi nel settore agroalimentare italiano. Nel 2018 sono avvenuti 54mila controlli, 561 interventi fuori dei confini nazionali e sul web, con un incremento, rispetto al 2017, del 90%. Oltre 700 notizie di reato, più del doppio rispetto allo scorso anno. È online sul sito del ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, il Report 2018 dell'attività operativa dell'Ispettorato Centrale Repressione Frodi (Icqrf) del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, con i dettagli sugli interventi contro frodi, fenomeni di italian sounding e contraffazioni ai danni del Made in Italy agroalimentare e dei consumatori.

"Il nostro sistema di controlli è riconosciuto tra i migliori al mondo. Il fatto che i nostri prodotti siano tra i più copiati vuol dire che a livello di storia, qualità e controlli siamo sopra la media mondiale" commenta il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio. Come governo, continua il ministro, “siamo in prima linea nel contrasto al fenomeno della contraffazione del made in Italy, lesivo dei diritti dei consumatori ma anche degli interessi economici dell'intera filiera agroalimentare. I risultati dell'Icqrf dimostrano il nostro impegno”. “Per tutelare ancora di più le nostre produzioni abbiamo messo nella legge di bilancio - sottolinea ancora Centinaio - nuove risorse e più ispettori antifrode: erano oltre 10 anni che non si investiva in modo così deciso nella protezione del made in Italy. La mia priorità è difendere gli agricoltori italiani e i consumatori''.

I risultati operativi dell'Icqrf, organo tecnico di controllo del Ministero, nonché autorità italiana per la protezione dei prodotti Dop e Igp, e tra le principali autorità antifrode nel food a livello mondiale, ''confermano la qualità - si legge in una nota del Mipaaft - del sistema dei controlli italiano''. L'Icqrf ha consolidato a cooperazione con Alibaba ed eBay, sottoscrivendo nuovi protocolli d'intesa con le due piattaforme di e-commerce che hanno allargato sensibilmente la sfera di intervento dell'ICQRF sul web, ed ha ottenuto risultati di rilievo anche su Amazon.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lega nomina il nuovo direttore dell'Agea. E il M5s si infuria

  • La pasta stufa gli inglesi: “Crollo dei ristoranti italiani nel Regno Unito”

  • Troppo caldo, la raccolta delle mele parte in anticipo (e in ribasso)

  • "Dall'enogastronomia benefici per il territorio ancora poco sfruttati"

  • "Un piano per l'agroindustria italiana per creare 100mila posti di lavoro"

  • Ferragosto, un successo per gli agriturismi italiani “+7% rispetto al 2018”

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento