Bilancio Ue, dagli Stati tagli alla Pac per 75 miliardi

La presidenza finlandese del Consiglio, che riunisce i Paesi membri, ha presentato la nuova proposta per il quadro pluriennale 2021-2027: il grosso delle riduzioni sui pagamenti diretti

Gli Stati membri hanno allargato, di poco, i cordoni della borsa. Ma i tagli alla futura Politica agricola comune, la Pac che coprirà il periodo 2021-2027, resteranno e saranno pesanti. E' quanto emerge dalla proposta presentata dalla Finlandia, che detiene la presidenza di turno del Consiglio Ue, ai Paesi membri sul nuovo bilancio pluriennale dell'Unione europea. 

La proposta prevede in totale impegni per 1.087 miliardi di euro, pari all'1,07% del Reddito nazionale lordo dell'Ue a 27. Non è l'1% secco richiesto da Olanda e altri, ma ci si avvicina. Di sicuro, resta lontano il target dell'1,11% proposto dalla Commissione europea, e ancora più lontano l'1,16% avanzato dal Parlamento. 

Per la Pac, la proposta sul tavolo degli Stati membri destina circa 334 miliardi euro, contro i 408 miliardi del periodo che si sta chiudendo, quello 2014-2020. Il taglio più pesante al Pilastro 1, quello per i pagamenti diretti agli agricoltori, che passa da 308 miliardi a 254. Al Pilastro 2, quello per le misure di sviluppo rurale, saranno destinati 80 miliardi contro i 99 del periodo precedente.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Coldiretti lancia l'Sos presepe: dalle stalle spariti 2 milioni di animali

  • Pesticidi, Parlamento Ue: "Pac ne incentivi la riduzione"

  • Semaforo rosso al nutri-score francese, arriva la ‘batteria’ in etichetta che piace al made in Italy

  • Bilancio Ue, dagli Stati tagli alla Pac per 75 miliardi

  • Aceto, Corte Ue: “Si può chiamare ‘balsamico’ anche quello tedesco”

  • Riutilizzo delle acque di scarico per l’irrigazione, arriva il via libera da Bruxelles

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento