A irrigare i campi ora ci pensa l'intelligenza artificiale. Riducendo lo spreco d'acqua (e i costi)

Una piccola e ultratecnologica stazione meteorologica, creata da una startup italiana, per combattere la carenza idrica. Con risparmi fino al 50%

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Un’azienda agricola consuma mediamente 3000 metri cubi d’acqua per ettaro all’anno per l’irrigazione dei frutteti. Nella maggior parte dei casi la gestione dei profili idrici viene affidata alla mera esperienza e alle valutazioni empiriche dell’imprenditore agricolo: arrivando facilmente a squilibri, sovrabbondanza rispetto alle necessità idriche e quindi spreco di acqua e denaro.
In aiuto dei nuovi imprenditori agricoli e con l’obiettivo di migliorare i processi di irrigazione nasce Revotree: un sistema decisionale elettronico dotato di un’intelligenza artificiale progettata per la gestione ottimizzata e l'attuazione dell’irrigazione nei frutteti. Economico e facile da installare, si integra agli impianti già presenti e offre efficienza nei consumi idrici, maggiore produttività e automazione. Ecco come funziona
 

Potrebbe Interessarti

  • Nel fiume "dimenticato" di Palermo crescono nespole e banane

  • Il contadino che condivide la terra con i suoi clienti. E che vuole riportare in vita il "Popone"

  • "Per non fuggire dalla Sicilia, abbiamo creato un'azienda agricola", la scommessa di 4 fratelli

  • Frutta, verdura e latte gratis nelle scuole: come l'Ue combatte l'obesità

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento