Cib: la Politica agricola comune sostenga soluzioni innovative come il biogasfattobene

Il presidente del consorzio italiano del settore: "È la strada per rendere sostenibili economicamente le attività, abbattendo le emissioni e fornendo all'industria il biometano"

Foto Ansa EPA/HANS-JUERGEN WEGE

La Politica Agricola Comune dell'Unione europea “dovrebbe abbracciare soluzioni attente ai mercati e fortemente innovative quale il Biogasfattobene, per una reale politica di greening in Europa''. Lo chiede Piero Gattoni, presidente del Consorzio Italiano Biogas sottolineando che "il Biogasfattobene è la strada per rendere sostenibili economicamente le attività agricole, abbattendo le emissioni in atmosfera e fornendo all'industria e ai trasporti il biometano, un biocarburante rinnovabile che può essere fondamentale per accompagnare l'economia nel percorso di transizione verso l'elettrico da fonti rinnovabili.

I soci del Consorzio Italiano Biogas, ricorda Gattoni, “hanno dimostrato, negli ultimi anni, che grazie a un insieme di pratiche agricole che sposano un approccio tecnologicamente avanzato, è possibile produrre più cibo ed energia dallo stesso campo, riutilizzando scarti e reflui, riducendo l'utilizzo di acqua e di fertilizzanti chimici, preservando l'integrità del suolo e aumentando la varietà e il numero dei raccolti”. In più, quello del Biogasfattobene è “un modello perfettamente esportabile in Europa, come già dimostrato da un gruppo di ricerca internazionale guidato dal prof. Bruce Dale della Michigan State University”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salvini non mangia la Nutella "turca". Ma le nocciole italiane non piacciono agli ambientalisti

  • Pesticidi, Parlamento Ue: "Pac ne incentivi la riduzione"

  • Bilancio Ue, dagli Stati tagli alla Pac per 75 miliardi

  • Aceto, Corte Ue: “Si può chiamare ‘balsamico’ anche quello tedesco”

  • “Succhi di frutta gratuiti per bisognosi pagati da Bruxelles 4,25 euro al litro”

  • La dieta più sana? E' quella sostenibile per l'ambiente e per il portafoglio

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento