Pesca, allarme delle coop: "A rischio i fondi Ue per il 2021"

Il programma europeo di finanziamenti per il settore si chiude a fine anno e non c'è ancora un accordo a Bruxelles per il post-2020. Conte (Lega): "Serve un provvedimento ponte"

Gli Stati Ue non hanno ancora trovato un accordo per il bilancio europeo 2021-2027 e in assenza di un'intesa non ci sono garanzie per il nuovo Feamp, il fondo per la pesca. Con il rischio per le marinerie di ritrovarsi senza finanziamenti a partire dal prossimo anno. A denunciarlo è l'Alleanza delle cooperative italiane, che ha lanciato un appello al governo per evitare lo stop alle risorse. 

Per il presidente dell'Alleanza, Giampaolo Buonfiglio, serve un provvedimento ponte sul modello di quanto fatto dalla Commissione per la Pac, la Politica agricola comune. Anche se gli Stati membri dovessero trovare un accordo sul futuro bilancio al prossimo vertice di Bruxelles, infatti, i tempi burocratici per l'avvio del Feamp non consentirebbero di erogare le risorse nel 2021. Si creerebbe, insomma, un vuoto che colpirebbe le aziende, in Italia come nel resto dell'Ue.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'appello delle cooperative si è unita  l'eurodeputata della Lega e coordinatrice di Identità e democrazia in commissione Pesca al Parlamento Ue, Rosanna Conte, che ha inviato un'interrogazione alla Commissione europea: "Occorre un provvedimento ponte che rimuova gli ostacoli normativi che impediscono l’uso delle risorse finanziarie - dice - Bruxelles, da un lato, è stata celere nell'imporre nuove limitazioni allo sforzo di pesca nel Mediterraneo, dall'altro rischia di lasciare i nostri pescatori senza quei sostegni socioeconomici che nel 2021 saranno vitali per compensare gli arresti temporeanei. Questa eventualità sarebbe un ulteriore colpo a un settore già in crisi per le politiche sbagliate dell'Ue. Va evitata agendo immediatamente", conclude Conte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La misteriosa malattia che sta uccidendo i kiwi italiani

  • È mandorle mania, da 5 anni in Europa l'ingrediente più usato nei nuovi prodotti alimentari

  • Londra vieta i gruppi di più di sei persone, ma non se si va a caccia

  • "Carne contaminata venduta sul mercato", l'allarme degli ispettori sanitari europei

  • La cannabis no, i grilli sì: il rischio Ue per i cibi alla canapa

  • Nuovi casi di peste suina in Germania, Cia: "Evitare contagio in Italia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento