menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla Commissione 80 milioni per gli agricoltori, il Parlamento: “Elemosina”

Scontro istituzionale a Bruxelles. Il commissario Wojciechowski: “Misure che aiuteranno il mercato”. De Castro: “Divisi per 10,5 milioni di agricoltori europei sono 7 euro a ciascuno”

È scontro a Bruxelles tra Commissione e Parlamento europeo sulle misure straordinarie a sostegno degli agricoltori alle prese con la crisi economica causata dal coronavirus.

Le misure della Commissione

In un dibattito (virtuale) con gli eurodeputati il commissario all'Agricoltura Janusz Wojciechowski, ha difeso le misure, che vanno dall'aiuto allo stoccaggio per alcuni prodotti alla flessibilità per i programmi nazionali vino. "Abbiamo adottato una nuova misura per sostenere le aziende agricole e le piccole imprese agroalimentari che affrontano la crisi del coronavirus. Nel 2020 i Paesi dell'Ue saranno in grado di utilizzare i fondi rimanenti del Feasr (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, ndr) per pagamenti fino a 5mila euro per agricoltore e 50mila euro per Pmi", ha dichiarato Wojciechowski. Agli eurodeputati che lo incalzavano per l'esiguità dei fondi messi a disposizione (76,5 milioni di euro), Wojciechowski ha risposto che "le misure proposte aiuteranno il mercato e sono state positivamente accolte dagli Stati membri e dalle parti interessate, continuerò a fare tutto ciò che è in mio potere per sostenere gli agricoltori, il loro reddito e la loro capacità di mantenere la nostra sicurezza alimentare".

Le critiche dei deputati

“La Commissione europea pensa di finanziare il pacchetto di misure anticrisi per i nostri agricoltori fortemente penalizzati dal coronavirus, mettendo sul piatto un aiuto di 76 milioni di euro da dividere per 10,5 milioni di agricoltori europei: sono 7 euro a ciascuno. È questo tutto quello che l'Ue è in grado di fare per un settore che mai come in questo momento si sta dimostrando strategico?", ha attaccato Paolo De Castro, coordinatore S&D alla commissione Agricoltura. “Certo sappiamo che il bilancio della Pac è agli sgoccioli mentre ci sono a disposizione i 478 milioni di euro della riserva di crisi”, ha continuato l'esponente del Pd, secondo cui però Wojciechowski “pur dicendosi oggi a favore della sua attivazione, non si assume la responsabilità che gli compete e lancia la palla nel campo degli Stati membri”. “Quanto alle criticità emerse dal pacchetto di misure anticrisi”, ha continuato De Castro, “tengo a citare l'esclusione di filiere in seria difficoltà come le carni di vitello, suine, i prosciutti. Ma anche la mancanza di liquidità per comparti come il florovivaismo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento