Caporalato, l'Europol scopre 180 vittime in tutta l'Ue

In una serie di operazioni condotte nel settore agricolo e che hanno riguardato Bulgaria, Cipro, Francia, Italia, Portogallo, Spagna e Paesi Bassi. Arrestati 17 sospetti

Il caporalato non è solo un fenomeno italiano: oggi l'Europol ha reso noto l'esito di una serie di operazioni avvenute in 7 Paesi Ue e che hanno portato all'individuazione di 180 vittime di tratta e sfruttamento nelle aziende agricole. Insieme all'Italia, hanno partecipato alle operazioni anche le forze dell'ordine di Spagna, Francia, Paesi Bassi, Cipro, Bulgaria e Portogallo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel settore agricolo, i criminali spesso reclutano le loro vittime nei Paesi di origine delle vittime e le portano in un altro Paese per farle lavorare trattndoli come schiavi moderni. Di solito, le vittime provengono da regioni più povere e sono costrette a lavorare per lunghe ore per un salario basso o a volte persino pari a zero", si legge in una nota dell'Europol. "I cittadini dell'Ue sono per lo più sfruttati nel settore agricolo tutto l'anno, mentre i cittadini extracomunitari sono impiegati nella produzione stagionale", si legge ancora. Nelle operazioni, sono state arrestate 17 persone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "La caccia al cinghiale favorisce la peste suina", animalisti contro il piano del governo

  • Lo strano caso della strage delle foche in Namibia, sulla costa spiaggiati 5mila feti morti

  • Un milione di persone si impegnano a partecipare al 'gennaio vegano' di Phoenix e McCartney

  • Cannabis, Parlamento Ue innalza limite legale di Thc. Festeggia il comparto della canapa industriale

  • Gli hamburger vegani o di finta carne potranno chiamarsi hamburger: Parlamento Ue boccia tutte le restrizioni

  • Carne, latte e legna gratis, così la Nuova Zelanda senza stagionali prova ad attirare allevatori locali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento