Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ricetta ottocentesca che trasforma la visciola in vino

A produrlo una famiglia marchigiana. Che lo esporta insieme a dolci e confetture anche nell'Estremo Oriente

 

Babbo Giovanni un giorno trovò un’antica ricetta per produrre il vino dalla visciola e quello che lui faceva con passione per allietare gli amici oggi è diventata la “Visciolata del Cardinale”, praticamente il marchio di fabbrica di un’azienda affermata in Italia e non solo. La famiglia Cardinali, composta da mamma Amalia, babbo Giovanni, i figli Luca, Giselle e Cristiano con le rispettive mogli e marito e 6 nipoti, produce vino rispettando quella stessa ricetta di fine ‘800, con visciola selvatica raccolta nei campi di Contrada San Vito a Ostra Vetere, in provincia di Ancona. I prodotti, tra cui anche dolci e confetture, sono recentemente arrivati anche sul mercato di Hong Kong dopo essere stati apprezzati in Inghilterra e in Germania. Il sogno adesso è quello di aprire i campi all’agricoltura sociale per ospitare scolaresche e organizzare merende. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento