Commissione Ue: "Obesità infantile è pandemia, opporsi ai fast food"

Lo ha detto il responsabile per la sicurezza alimentare dell'Esecutivo comunitario, Vytenis Andriukaitis

L'obesità infantile è "una pandemia, per fermarla occorre opporsi alle politiche commerciali e di marketing molto aggressive, soprattutto verso i bambini, per portarli ai fast food e al consumo dei cibi universali". Parola del commissario Ue alla Salute e alla sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis

"L'obesità - ha ricordato il commissario Ue  alla giornata inaugurale del Festival del giornalismo alimentare in corso a Torino - crea le condizioni favorevoli all'insorgere di malattie croniche, di molte forme di tumori, con conseguenze gravi anche per la spesa sanitaria pubblica. Uno dei capisaldi dell'educazione alimentare resta la dieta mediterranea, dobbiamo continuare a diffondere i profili nutrizionali più giusti. E un ruolo chiave - ha proseguito Andriukaitis - ce l'ha l'informazione che, trattando un tema che riguarda tutte le persone e ogni giorno, deve essere improntata a tre principi fondamentali: obiettività, onestà e trasparenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bruxelles vuole comprare terreni agricoli nel resto del Belgio per sfamare i suoi cittadini

  • Per i vegani le probabilità di fratturarsi le ossa sono più alte del 40 per cento

  • I prodotti integrali riducono fino a un quarto il rischio di mortalità

  • “Un anno dopo l’incidente dove morirono migliaia di pecore la Romania continua a violare le regole Ue”

  • Corte Ue sancisce la "libera circolazione" del cannabidiolo

  • "Le offerte sottocosto in tempo di Covid stanno facendo chiudere le aziende agricole"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento