menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incontro tra Conte e Rutte - foto Ansa

L'incontro tra Conte e Rutte - foto Ansa

Negroamaro all'incontro tra Rutte e Conte. "Ha ammorbidito le posizioni del frugale"

I due premier hanno discusso al ristorante del piano anti crisi e a tavola è stata servita una bottiglia del celebre vino pugliese. Coldiretti: "Ha ammorbidito le sue posizioni"

Non c'è migliore posto che la tavola per affrontare una discussione difficile e provare a stemperare gli animi quando tra due persone c'è un disaccordo. E questo vale anche per gli incontri politici di alto livello.

È stato proprio al ristorante che il premier italiano Giuseppe Conte, e quello olandese Mark Rutte, si sono incontrati per provare a superare le distanze sul Recovery Fund, il meccanismo Ue pensato per contribuire a superare la crisi del coronavirus. E a tavola è stata servita anche un'ottima bottiglia di vino rosso. "A far capitolare il frugale Rutte ha certamente contribuito il vino Negramaro servito durante il faccia a faccia al ristorante con il Premier Italiano Giuseppe Conte". Lo afferma ironicamente la Coldiretti secondo cui "un vino di alta qualità, dalla gradazione di 14 gradi, che certamente ha contribuito ad ammorbidire il rigido rappresentante dei Paesi Bass"i.

Un episodio benaugurante per l'uscita dalla crisi che ha colpito, sottolinea Coldiretti, quasi 4 cantine italiane su 10 (39%) che hanno registrato un deciso calo dell'attività che mette a rischio il futuro del vino italiano che sviluppa un fatturato da 13 miliardi e dal quale nascono opportunità di occupazione per 1,3 milioni di persone, dalla vigna al bicchiere secondo l'indagine Coldiretti/Ixe'. Per la confederazione a pesare è stata proprio la chiusura forzata della ristorazione avvenuta in Italia e all'estero con una forte frenata delle esportazioni dopo il record di 6,4 miliardi di euro nel 2019".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento