Negroamaro all'incontro tra Rutte e Conte. "Ha ammorbidito le posizioni del frugale"

I due premier hanno discusso al ristorante del piano anti crisi e a tavola è stata servita una bottiglia del celebre vino pugliese. Coldiretti: "Ha ammorbidito le sue posizioni"

L'incontro tra Conte e Rutte - foto Ansa

Non c'è migliore posto che la tavola per affrontare una discussione difficile e provare a stemperare gli animi quando tra due persone c'è un disaccordo. E questo vale anche per gli incontri politici di alto livello.

È stato proprio al ristorante che il premier italiano Giuseppe Conte, e quello olandese Mark Rutte, si sono incontrati per provare a superare le distanze sul Recovery Fund, il meccanismo Ue pensato per contribuire a superare la crisi del coronavirus. E a tavola è stata servita anche un'ottima bottiglia di vino rosso. "A far capitolare il frugale Rutte ha certamente contribuito il vino Negramaro servito durante il faccia a faccia al ristorante con il Premier Italiano Giuseppe Conte". Lo afferma ironicamente la Coldiretti secondo cui "un vino di alta qualità, dalla gradazione di 14 gradi, che certamente ha contribuito ad ammorbidire il rigido rappresentante dei Paesi Bass"i.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un episodio benaugurante per l'uscita dalla crisi che ha colpito, sottolinea Coldiretti, quasi 4 cantine italiane su 10 (39%) che hanno registrato un deciso calo dell'attività che mette a rischio il futuro del vino italiano che sviluppa un fatturato da 13 miliardi e dal quale nascono opportunità di occupazione per 1,3 milioni di persone, dalla vigna al bicchiere secondo l'indagine Coldiretti/Ixe'. Per la confederazione a pesare è stata proprio la chiusura forzata della ristorazione avvenuta in Italia e all'estero con una forte frenata delle esportazioni dopo il record di 6,4 miliardi di euro nel 2019".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bellanova: Giusto che il bonus ristorazione vada solo a chi acquista Made in Italy

  • Dopo 400 anni dall'estinzione nel Regno Unito torneranno i castori

  • Industria dello champagne in ginocchio: "Crisi peggio della Grande Depressione"

  • Controlli sul falso miele, in oltre l'8% dei casi trovati prodotti contraffatti

  • Con Xylella e afa il Salento brucia: da metà giugno 1.400 incendi

  • Latte vaccino A2 toccasana per la dieta degli anziani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento