menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centinaio attacca l'accordo Ue-Mercosur: "Danno per gli agricoltori"

Dopo quello francese, anche il governo italiano solleva dubbi sull'intesa tra Bruxelles e il blocco latinoamericano (Brasile, Argentina, Paraguay e Uruguay)

Dopo quello francese, anche il governo italiano solleva dubbi sul recente accordo commerciale raggiunto dall'Ue con i Paesi del Mercosur (Brasile, Argentina, Paraguay e Uruguay). Lo fa per voce del ministro dell'Agricoltura, Gian Marco Centinaio, secondo cui l'intesa di libero scambio "è sbilanciato e a danno degli agricoltori non solo italiani ma europei".

"Va bene aprire i mercati - ha aggiunto il ministro - ma non sono soddisfatto del negoziato. E ci sono diversi altri Paesi euro che ci hanno chiesto di fare una sana lobby a tutela dell'agricoltura. Chiederemo il totale riconoscimento delle Dop e delle Igp". Sugli accordi di libero scambio tra Unione europea e Paesi terzi il ministro Centinaio ha espresso un "plauso" per l'accordo (Jefta) tra Ue e Giappone "perché tutela i marchi italiani. Cosa che non avviene in Canada dove, con l'accordo Ceta, anche il Parmesan viene riconosciuto senza tutela dei marchi italiani". "Siamo favorevoli all'apertura dei mercati - ha concluso - purché questa avvenga nel solco di un proficuo scambio che non penalizzi nessuna delle parti in gioco".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento