rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cibus

L’importanza della filiera agroalimentare per l'economia italiana

Malgrado le restrizioni a causa della pandemia, la filiera agroalimentare italiana ha mostrato grande forza e numeri da record

Il sistema agroalimentare italiano rappresenta il 25% del PIL nazionale: l’Italia è il primo paese in Europa per valore aggiunto agricolo. Per quanto sia stato messo a dura prova dalla pandemia da Covid-19, il sistema ha saputo resistere in maniera efficace: lo scorso anno, malgrado le numerose limitazioni, l’export ha fatto registrare un aumento record del 23,1% con una proiezione in valore su base annua di 50 miliardi.

Oggi la filiera agroalimentare italiana vale 538 miliardi di euro e conta 4 milioni di lavoratori impegnati in 740mila aziende agricole, 70mila aziende alimentari, oltre 330mila realtà della ristorazione e 230mila punti vendita al dettaglio. Numeri da capogiro che dimostrano la reale dipendenza da un settore vitale.

La filiera del futuro

Sostenibilità, tracciabilità e innovazione sono i tre i temi che guidano la filiera agroalimentare che verrà.

I consumatori chiedono alle aziende una trasparenza al 100%: vogliono conoscere sempre di più in merito alle fasi produttive, alla sostenibilità e all’originalità del prodotto. Per assolvere a queste richieste, la tecnologia svolgerà un ruolo determinante: non consentirà di rispondere alla crescente domanda di trasparenza che viene dai consumatori, ma permetterà di fare un ulteriore passo in avanti nelle nostre strategie di sostenibilità, come ad esempio la tracciabilità in blockchain e le informazioni accessibili in etichetta tramite QR Code per i consumatori.

Cibus: l'evento che celebra la filiera agroalimentare italiana

La filiera agroalimentare italiana è un patrimonio di inestimabile valore, celebrata ogni anno nella Food Valley italiana, a Parma, in occasione di Cibus 2022.

Cibus 2022: torna l'imperdibile Salone Internazionale dell’alimentazione

Si contano 3.000 espositori: un vero e proprio record a livello mondiale per il settore. Presenti alla fiera circa 50.000 operatori professionali italiani della Distribuzione e della Ristorazione, che a Cibus interagiscono con gli espositori e si interrogano sull’innovazione in cucina.

Sono circa 2.000 i top buyer attesi da Stati Uniti d’America, Europa, Medio Oriente, Sud America e Asia. A loro, come a tutto il pubblico coinvolto, è destinato un corner (il Cibus Innovation Corner), dove vengono esposti i Top 100 prodotti innovativi.

Questo significa che Cibus non è solamente una fiera “attrattiva” capace di mettere in mostra il meglio del settore Food and Beverage italiano, ma di testimoniare ai professionisti del settore di tutto il mondo quali siano le tendenze attuali e verso dove andremo in futuro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’importanza della filiera agroalimentare per l'economia italiana

AgriFoodToday è in caricamento