Salmonella, oltre 100 casi in Europa. Barrette di noci nel mirino delle autorità sanitarie

La britannica Food Standards Agency ritira dal mercato snack venduti da Lidl, Eat Natural e Rude Health Food. Allarme in 33 Paesi. Il lotto di frutta secca incriminata arriverebbe dal Brasile

Un focolaio di un centinaio di persone colpite dalla salmonellosi sono state segnalate nel Regno Unito, assieme alla presenza di altri casi sparsi in Francia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Canada. A causare l’infezione batterica sarebbero state le barrette di differenti brand contenenti noci, arachidi e mandorle provenienti dal Brasile. A interessarsi dei casi di Salmonella Typhimurium, la causa batterica delle gastroenteriti riscontrate dai medici britannici, è stato il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc), che ha identificato la materia prima di una multinazionale del settore come sostanza pericolosa e dunque da ritirare dal mercato. 

La Food Standards Agency (Fsa) del Regno Unito ha poi fornito informazioni sulla distribuzione del lotto di noci incriminate, in circolazione in 33 Paesi. I richiami finora hanno interessato aziende come Lidl, Eat Natural e Rude Health Food.

L'Organizzazione mondiale della sanità ha anche lanciato un allarme tramite la Rete internazionale delle autorità per la sicurezza alimentare, che è progettata per facilitare il rapido scambio di informazioni attraverso le frontiere e tra i membri durante emergenze di questo tipo sulla sicurezza alimentare. Da allora, la Fsa del Regno Unito ha precauzionalmente ritirarato i prodotti contenenti le noci e arachidi pericolose.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La salmonella è una malattia batterica che si diffonde tramite cibi e bevande contaminate, ma solitamente associata a prodotti di origine animale, compresa la carne poco cotta e cruda. Sebbene la malattia non rappresenti un grave problema per la maggior parte delle persone sane, può portare a gravi conseguenze nei bambini piccoli, nelle persone malate o anziane e con un sistema immunitario indebolito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buone notizie per la frutta italiana: la vespa samurai sta uccidendo la cimice asiatica

  • Birra e patatine a rischio per il clima, il Belgio in allarme

  • Scoperto enzima che "pulisce" la carne. Riducendo gli sprechi alimentari

  • Vuoi aiutare la natura anche da morto? Ecco la bara di funghi per fertilizzare la terra

  • L'Italia e altri sei Paesi Ue fanno blocco contro il Nutriscore

  • Il governo polacco collassa sulla legge per vietare gli allevamenti di animali da pelliccia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento