rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Filiera

Assosementi al nuovo governo: "Confrontiamoci su Ngt e fitofarmaci"

L'organizzazione che rappresenta le imprese italiane del settore lancia l'appello da Berlino nell'ambito del congresso di Euroseeds

Le nuove tecniche genomiche (le Ngt nell'acronimo inglese), la direttiva Ue sull’uso sostenibile dei fitofarmaci, ma anche l'accesso alle risorse genetiche e l'utilizzo delle sequenze digitali, e il materiale riproduttivo vegetale. Sono questi i temi al centro del congresso annuale di Euroseeds, la lobby europea dell'industria delle sementi, che si conclude oggi a Berlino. Ed è da qui che Assosementi, l'organizzazione italiana del settore, lancia un appello al nuovo governo del Belpaese affinché tali temi trovino spazio nell'agenda politica.  

"Assosementi - si legge in una nota - si augura che il nuovo governo italiano appena insediato assicuri la giusta attenzione a queste tematiche fondamentali e apra la discussione alle parti in causa capaci di portare le giuste competenze e le soluzioni adeguate per un settore che sta alla base della catena alimentare e produttiva". Gli obiettivi primari dell'organizzazione per i prossimi mesi sono "sostenere la discussione a livello nazionale ed europeo sulle nuove tecniche di miglioramento genetico e sull’aggiornamento delle norme sementiere comunitarie che affiancano il completamento della legge sementiera italiana aggiornata di recente; l’implementazione in Italia della direttiva sull’uso sostenibile dei fitofarmaci e del nuovo regolamento sull’agricoltura biologica". Fondamentale, prosegue la nota, "è l’allineamento dell’advocacy europea con quelle nazionali  e proprio per questo" il congresso europeo di Euroseeds rappresenta una tappa importante.

Del resto, quando si parla del futuro del settore italiano delle sementi l'obiettivo non può non essere puntato su quanto si muove a Bruxelles, dove Commissione, Parlamento e Stati membri dovranno affrontare dossier che potrebbero ridisegnare il settore agroalimentare comunitario. Per Alberto Lipparini, direttore di Assosementi, ”nei prossimi mesi ci aspettano appuntamenti importanti sia in ambito comunitario che in Italia non solo per il settore sementiero, ma anche per tutto il sistema produttivo. L’auspicio è che le decisioni che verranno adottate poggino su solide basi scientifiche superando pregiudizi che possono solo ostacolare il raggiungimento degli importanti traguardi definiti a livello comunitario da qui al 2030". A livello nazionale, prosegue Lipparini, "nutriamo grandi aspettative sul nuovo governo: un approccio razionale alle problematiche che sappia coniugare il progresso scientifico e tecnologico con la necessità di produrre di più in maniera più sostenibile è indispensabile e ci aspettiamo che sia nelle corde di chi è appena stato chiamato a guidare il nostro Paese”.   

Tornando al congresso di Euroseeds, il tema di questa edizione è stato "Conciliare produttività e sostenibilità attraverso le innovazioni". Molti i partecipanti italiani anche alla parte fieristica e commerciale che ha visto la presenza di più di 1200 persone in rappresentanza di numerosissime aziende. Tra gli special guest dell’evento anche i responsabili delle associazioni latino americane, tra cui quelle di Cile e Uruguay. Per Stefano Conti, responsabile sezione Cereali e costitutori di Assosemente, “il Congresso annuale di Euroseeds rappresenta da sempre un appuntamento irrinunciabile per chi, come noi, si occupa sia di consulenza che di lobby. La possibilità di scambiarsi con i colleghi degli altri Paesi Ue informazioni e idee ci permette di rimanere aggiornati sulle novità del settore consentendoci anche di intervenire nel dibattito, facendo pervenire tempestivamente la posizione del settore e le richieste delle nostre aziende sementiere associate nel consesso europeo e internazionale", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assosementi al nuovo governo: "Confrontiamoci su Ngt e fitofarmaci"

AgriFoodToday è in caricamento