Bruxelles rinnova il registro online di Dop e Igp

Sarà completamente operativo entro la fine dell'anno. La Commissione: “Semplificherà la ricerca di informazioni sulle indicazioni geografiche garantendo una maggiore trasparenza per i produttori”

Le Indicazioni geografiche dell'Ue tutelano legalmente oltre 3.400 prodotti al fine di promuovere le caratteristiche uniche e difendere le competenze tradizionali dei loro produttori. Ogni indicazione geografica ha specifici standard sulle tecniche di produzione e serve come garanzia di qualità . La Commissione europea ha deciso di rinnovare completamente i database in cui sono contenuti tutte le Dop e le Igp per rendere le informazioni più accessibili e facili da consultare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo registro si chiama eAmbrosia e punta a sostituire entro la fine dell'anno, in un processo a tre fasi, gli elenchi che attualmente riportano le iscrizioni degli alimenti (Door), dei vini (e-Bacchus) e degli alcolici (e-Spirit). Il nuovo sistema, spiega una nota di Bruxelles, “semplificherà la ricerca di informazioni sulle indicazioni geografiche garantendo una maggiore trasparenza per i produttori, le autorità nazionali e chiunque sia interessato alle Ig europee".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un 'carico di virus' dalla Cina bloccato in Italia: "Sventati gravi rischi per le piante"

  • "Trasformiamo il vino in 'amuchina'", l'idea italiana contro il Covid

  • "Coronavirus, basta file inutili e pericolose davanti ai supermercati”

  • Paghi la birra ora, la bevi quando riapre il locale: nasce il "pub solidale" contro il coronavirus

  • Coronavirus, Ue crea le 'corsie verdi' e agricoltori italiani esultano: "Salvi 4 miliardi"

  • Il coronavirus "libera" 1 milione di posti di lavoro nell'agricoltura europea

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento