Fondi Ue per l’agricoltura, il Veneto è la prima regione per capacità di spesa

Sorride il Nordest. Solo la provincia autonoma di Bolzano è riuscita a liquidare una percentuale maggiore di risorse nel 2018

I dati sullo stato di avanzamento del Programma di sviluppo rurale aggiornati fine 2018 confermano che il Veneto è la regione italiana che riesce a spendere la più alta percentuale di fondi europei per l’agricoltura. Le risorse investite su base regionale ammontano infatti al 43,55% rispetto alla media nazionale del 29,6%. Numeri che regalano al Veneto il primato tra le venti regioni, visto che solo la provincia autonoma di Bolzano riesce a liquidare oltre la metà delle risorse - 52,9% per la precisione - a fronte di una dotazione finanziaria pari a un terzo di quella del Veneto. 

“L'ottimo risultato raggiunto dal Veneto e certificato da Agea”, festeggia Giuseppe Pan, assessore regionale all’Agricoltura, “conferma la capacità e la propensione all'innovazione degli imprenditori agricoli, nonché la buona capacità di programmazione e di gestione da parte della Regione delle risorse comunitarie per il comparto agricolo”. “Il risultato veneto - continua l’assessore - dà riscontro, inoltre, al buon lavoro svolto dall'Agenzia regionale per i pagamenti in agricoltura, che ha già provveduto a liquidare ai produttori del Veneto ben 509 milioni di euro: è la cifra più alta tra le regioni italiane in termini di spesa erogata, escludendo la Sicilia che però gode di una quantità pressoché doppia di dotazione finanziaria complessiva per lo sviluppo rurale 2014-2020”.

Il programma di sviluppo rurale 2014-2020 del Veneto può contare su una spesa di 1169 milioni, di cui 504 derivanti dai fondi strutturali dell'Unione europea, il 35% di fonte statale e il restante di cofinanziamento regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bruxelles vuole comprare terreni agricoli nel resto del Belgio per sfamare i suoi cittadini

  • Per i vegani le probabilità di fratturarsi le ossa sono più alte del 40 per cento

  • I prodotti integrali riducono fino a un quarto il rischio di mortalità

  • “Un anno dopo l’incidente dove morirono migliaia di pecore la Romania continua a violare le regole Ue”

  • Corte Ue sancisce la "libera circolazione" del cannabidiolo

  • "Le offerte sottocosto in tempo di Covid stanno facendo chiudere le aziende agricole"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento