I big dell'agricoltura italiana esaltano il biogas: "Opportunità per un futuro sostenibile"

Da Coldiretti a Confagricoltura, passando per il governo, tutti d'accordo sull'incentivare il metano cosiddetto rinnovabile

Il biogas made in Italy piace a tutti, da Confagricoltura a Coldiretti, passando per il governo. E, ovviamente, per il Cib, il consorzio italiano del settore, che ha convocato organizzazioni agricole e politici al suo summit annuale, iniziato ieri a Milano. 

"Il comparto del biogas e del biometano - ha spiegato il ministro delle Politiche agricole Gianmarco Centinaio - rappresenta una realtà fondamentale per il futuro dell'agricoltura italiana. Gli impianti di questo tipo oltre a una riposta all'ambiente devono diventare anche una fonte di reddito alternativo per l'agricoltore che non è più colui che produce solamente vino, mais e grano ma diventa anche colui che ci permette di produrre energia pulita".

L'Italia puo' vantare un ruolo di spicco in Europa e nel globo, come sottolinea Piero Gattoni, presidente del Cib: "Siamo i secondi produttori europei di biometano e i quarti al mondo" perché "riusciamo a coniugare due delle eccellenze del nostro Paese quali l'agroindustria e le tecnologie del gas rinnovabile". "Oggi abbiamo 1500 aziende - ha osservato - che hanno investito nel biogas e riteniamo che il potenziale oggi raggiunto e' semplicemente il 20-30 per cento di quello che potremmo fare. Ma al di la' del numero di impianti e' un sistema a livello territoriale che garantisce una maggiore competitivita' per le nostre aziende".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura, "il biometano sarà il combustibile del futuro e uno strumento importante all'interno del piano strategico nazionale sotto il punto di vista dell'approvvigionamento energetico considerando che il metano agricolo potrà raggiungere quasi il 10 per cento del fabbisogno nazionale". D'accordo Ettore Prandini, presidente di Coldiretti, che ha ricordato come la sua organizzazione abbia "appena sottoscritto un accordo con Eni proprio sulla valorizzazione del metano liquido creando cosi' una filiera tutta italiana riguardo a un gas che altrimenti non avremmo e dovrebbe essere importato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bellanova: Giusto che il bonus ristorazione vada solo a chi acquista Made in Italy

  • Industria dello champagne in ginocchio: "Crisi peggio della Grande Depressione"

  • Dopo 400 anni dall'estinzione nel Regno Unito torneranno i castori

  • Con Xylella e afa il Salento brucia: da metà giugno 1.400 incendi

  • Latte vaccino A2 toccasana per la dieta degli anziani

  • Controlli sul falso miele, in oltre l'8% dei casi trovati prodotti contraffatti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento