rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Sviluppo

Il lato femminile dell'agricoltura: quasi una impresa su tre è guidata da donne

I dati di Copagri. Ma la componente 'rosa' totale nel settore primario resta inferiore alla media Ue

Quasi un'impresa agricola su tre è guidata da una donna, ben il 31%. Solo nella sanità e nella ristorazione si trovano tassi più alti. E' quanto rende noto la Copagri sulla base di elaborazioni di dati del ministero dell'Agricoltura. 

La presenza delle donne imprenditrici è forte soprattutto nel mondo agrituristico, "dove le strutture 'rosa' sono quasi 8500, in crescita rispetto agli anni passati e pari a oltre il 36% del totale nazionale".

"Le donne, in rottura con una tradizione basata sulla gestione patriarcale dell'azienda, dimostrano - commenta il direttore della Copagri Maria Cristina Solfizi - una maggiore propensione verso tematiche quali la tutela dell'ambiente, la biodiversità, la riqualificazione, la ricerca e la sostenibilità economica, ambientale e sociale". Solfizi ricorda infine che l'incidenza della componente femminile nell'occupazione del settore primario è del 27% circa, percentuale decisamente inferiore alla media comunitaria del 33,5%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lato femminile dell'agricoltura: quasi una impresa su tre è guidata da donne

AgriFoodToday è in caricamento